La storia di Pigini Group

 La storia del gruppo Pigini fonda le sue radici negli anni ‘50, quando Lamberto Pigini, giovane sacerdote, sceglie di investire le proprie energie in centri per la riqualificazione professionale dei giovani abitanti del territorio di Castelfidardo, Ancona, colpito da una grave crisi economica. Questa prima esperienza nella Marche, da cui nasceranno 33 centri di formazione professionale in 7 regioni italiane, oltre a contribuire allo sviluppo economico e all’avvio di numerose esperienze imprenditoriali, favorirà la nascita di un centro stampa, necessario alla produzione del materiale di studio, manuali per la preparazione professionale e testi scolastici e la creazione di una vera e propria scuola per l’insegnamento della lingua inglese ai bambini fin dai 4 anni, la Euroschool - Giocoscuola. In pochi anni l’iniziativa si svilupperà rapidamente fino a raggiungere trentacinquemila studenti in tutto il territorio nazionale. L’intuizione valse a Lamberto Pigini l’appellativo di precursore dell’insegnamento della lingua straniera ai bambini in Italia.

I primi anni ’70 vedono la nascita di Tecnostampa ed Eli: le prime esperienze imprenditoriali di quello che diventerà un gruppo sotto il nome di Pigini Group. Lamberto Pigini si avvarrà della collaborazione di due persone di riferimento, che entreranno poi nella compagine societaria del gruppo in modo diverso tra loro: Giuseppe Casali, che diventerà socio di riferimento sia per la Tecnostampa che per la Rotopress International, e Pietro Canullo, dalle spiccate attitudini tecniche, professionalizzanti per la formazione dei nuovi collaboratori.

Nel 1987 Lamberto Pigini riacquista il marchio Eko, la storica azienda produttrice di chitarre fondata da suo fratello Oliviero, prematuramente scomparso, e la rilancia affidandola ad un management giovane e qualificato. In pochi anni, la EKO tornerà agli splendori delle origini: non solo acquisisce l’importazione e la distribuzione dei maggiori Marchi musicali del panorama mondiale, ma riprende la fabbricazione di chitarre, acustiche ed elettriche, a livello industriale e a livello artigianale. Oggi, la EKO è una delle più importanti e dinamiche aziende nel panorama degli strumenti musicali, sia in Italia che nel mondo completando la sua offerta con l’acquisizione della Montarbo nel 2010 e poi della Grisby Music nel 2013.

Siamo alla fine degli anni ‘90 ed è difficile credere come lo spin off di una casa editrice possa avventurarsi nel mondo della cineanimazione ma così è stato per la Rainbow, la società creatrice del fenomeno mondiale Winx. Pur non appartenendo più di fatto al gruppo Pigini, non possiamo non ricordare che questa importante realtà internazionale, unica in Italia, è nata dalla straordinaria capacità di Lamberto Pigini, coadiuvato da Giuseppe Casali, di individuare il genio tra i propri collaboratori, primo fra tutti Iginio Straffi, CEO Rainbow.

Nel 2005 la casa editrice Eli acquisisce La Spiga Edizioni, corsi di lettura per la scuola primaria e secondaria raggiungendo così nuovi mercati, mentre il 2012 e il 2013 la vedranno impegnata nella fondazione del “Campus l’Infinito, Scuola di lingua e cultura italiana” mentre acquisisce la Academia Universa Press e diviene editore ufficiale della Alma, Scuola Internazionale di Cucina Italiana, completando la propria offerta e confermando la sua vocazione all’insegnamento nella scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. Oggi la Eli è primo gruppo editoriale italiano nella scuola primaria con oltre 1.000.000 di copie adottate; unico editore a realizzare produzioni in 8 lingue: inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano, cinese, russo, latino; unico editore ad esportare in circa 100 nazioni.

Nel 2001 Tecnostampa srl e Pigini Group fondano la Rotopress International per la stampa rotativa, in società con il gruppo Monrif, ed oltre ai quotidiani, tra cui Il Resto del Carlino, questo importante impianto industriale, prima esperienza in Italia, sarà in grado di utilizzare le stesse rotative che di notte sono impegnate nella stampa dei quotidiani, nella fascia diurna per la stampa di altri prodotti, come free press e volantini per la GDO, consegnando così all’industria grafica italiana una importante start-up innovativa. Oggi la Rotopress International è in grado di stampare in rotativa in alta qualità anche per i settori della moda e dell’industria in genere.

Anche per la stampa piana una importante novità segna la svolta verso la crescita per acquisizione. Nel 2005 Tecnostampa fonda la Grafiche Flaminia, dall’acquisto di una tipografia umbra specializzata nelle produzioni editoriali, i cui servizi integrerà successivamente nel 2015, anno in cui anche la Rotopress International confermerà questa tendenza con l’acquisizione della Grafica Editoriale Printing di Bologna, donando alle sue aziende di Loreto un importante presidio in una zona geografica strategica, e darà il via ad un riorganizzazione del completo polo grafico, per sfruttare ogni possibile sinergia e raggiungere sempre maggiori obiettivi.

La spinta verso la crescita non si fermerà al 2015 ma dopo soli quattro anni, nel 2019, il Gruppo Pigini affitta il ramo d’azienda della Andersen Spa e fonda da questa una nuova società, la Andersen The Premedia Company, che completerà il comparto tecnologico per la stampa digitale e arricchirà l’offerta del gruppo con una importante struttura grafica per i servizi pre-press, punto cardine della attività della Andersen, con soluzioni software all'avanguardia dalle più tradizionali, come il classico supporto stampato alla declinazione cross media delle campagne promozionali del mondo del retail.

Indirizzo

Via Brecce
60025 Loreto (AN) Italy 


Contatti

Email: info@piginigroup.com
Telefono: +39 071 9747511
Fax: +39 071 7500092